6 Agosto 2017 – Conoscersi

Buongiorno! Purtroppo per chi, come a me, piace dormire, svegliarsi presto non è sempre semplice. Poche ore di sonno e il caldo non sono il massimo come modo per svegliarsi.

È stata una grande sorpresa scendere e trovare una bella tavola imbandita con una ricca colazione in stile tedesco. Sto pensando :” ma come faranno la mattina a mangiare tutta questa roba come formaggi, affettati, pomodori insieme a Biscotti,marmellate, cereali e frutta?”

Mi bevo due tazze di caffè e intanto provo a mangiare una fetta di tacchino con un po’ di formaggio. Niente da fare! Passatemi due biscotti che il formaggio e l’affettato lo lascio volentieri ai tedeschi.

La quarta differenza culturale che ho notato è che, mentre gli italiani mangiano poco a colazione, i tedeschi mangiano tantissimo. Effettivamente è così che dovrebbe essere però la trovo una cosa difficile.

La colazione è finita e per rompere il ghiaccio siamo partiti subito con un gioco, uno dei classici giochi che riesce a metterti in grande imbarazzo. Questo gioco si chiama: “Das kotzende kἂnguru” o in italiano “il canguro che vomita”.

Per questo gioco dobbiamo stare in cerchio con una persona nel mezzo. La persona in mezzo deve indicare una persona e questa, con chi ha alla sua destra e alla sua sinistra, deve mimare 4 parole: James Bond, lavatrice, tostapane e canguro che vomita.

Finalmente il gioco è finito, che imbarazzo!

mi vengono consegnati due fogli e mi viene spiegata l’attività che devo fare.

Devo scrivere su un foglio “mi interessa..” e sull’altro “ vorrei contribuire con..”

La prima non è difficile, alla fine è il motivo per cui tutti siamo in questo sommercamp. Mentre l’altra.. con cosa vorrei contribuire ? io non ne ho idea! Con cosa potrei contribuire ? cucinare? No, meglio di no. Fare le faccende e aiutare? Figuriamoci! Organizzare ? meglio lasciare stare..

Alla fine, nel panico, mi viene in mente con cosa potrei contribuire.. con la mia simpatia!

Non so come mi può essere venuto in mente ma almeno ho scritto qualcosa.

Metto i miei fogli in una cassa e dopo, una volta che tutti hanno finito, devo ripescarne due.

Pesco ma, con la mia solita fortuna, un foglio è in tedesco. È arrivato il mio turno e devo leggerlo.. con la mia ottima conoscenza del tedesco provo a leggerlo ma niente! Nessuno ha capito una parola.

Mi sposto insieme a tutti nel refettorio. Assisto alla presentazione di Irene Lupi. ci parla dei suoi lavori sulla “memoria” e ci spiega cosa vuole fare con noi e dei vari progetti che ha in mente come ad esempio quello della “scatola della memoria” dove ognuno di noi dovrà inserire un oggetto con tanto di spiegazione del perché lo abbiamo scelto.

Non ho proprio idea di cosa poter inserire in quella scatola, ma alla fine ho tempo fino a domenica mattina.. qualcosa troverò!

Il pranzo è servito! Il menù prevede: insalata mista , affettati e formaggi.

È pomeriggio e ci siamo ritrovati. Ci siamo divisi in gruppi per fare una nuova attività dove lo scopo è capire cosa è accaduto in alcune date,  che sono:  1922,1933, 1939, 1940, 1941, 1943, 1944, 1945.

Noi come gruppo abbiamo messo queste:

1922 – Mussolini prese il potere, inizio del fascismo ;

1933 – Hitler prese il potere, la dittatura lungo le linee del fascismo

1939 – inizio della seconda guerra mondiale, formando il „patto d’acciaio“ tra Hitler e Mussolini,

Questa alleanza era conosciuto come „Asse Roma-Berlino.“;

1940 – entrata in guerra dell’Italia;

1941 – invasione dell’Unione Sovietica,  intensificazione della guerra;

1943 – Stati Uniti entrarono in guerra e sbarcano in Italia, Battaglia di Stalingrado;

Deponendo Mussolini „dall’alto“ (dal re Vittorio Emanuele III), resa d’Italia,

occupazione tedesca del nord e del centro Italia

1944 – Il 12 agosto, eccidio a Sant’Anna ;

1.945-25/04 festa della liberazione ;

08/05- La resa incondizionata della Germania.

è passata più o meno un ora e ci siamo divisi in 4 gruppi composti da 2 italiani e 2 tedeschi con 5 compiti da svolgere:

-fare un selfie con un turista tedesco;

-fare una foto di nascosto a un altro gruppo;

-assaggiare lo stesso gusto a 3 gelaterie diverse;

-Scambiare 3 susine e 1 mela con un oggetto;

­-parlare con un protagonista nel mercato medievale;

 quasi alla fine, con 4 compiti su 5 svolti nel migliore dei modi(Siamo riusciti a scambiare la mela e le susine con una freccia!!), ci siamo resi conto che ci mancava il selfie con un turista tedesco.

Semplice, penso, ma non è proprio vero che tutte le persone alte e bionde sono tedesche. Ci siamo quasi arresi quando all’ultimo, per caso, troviamo una gentilissima coppia tedesca con cui fare un bel selfie.

Per la prima volta vedo il cuoco Fabrizio, una persona simpaticissima che ci ha cucinato della buonissima pasta e come secondo l’arrosto.

La cena è finita e decidiamo, con alcuni, di andare a fare un giro per la città di Pietrasanta. Dopo un giretto e una bevuta di long Island decidiamo di andare a vedere la città dall’alto. Che bello! vale la pena fare tutta quella salita per vedere un così grande spettacolo!

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.